L’istruzione tecnica superiore fa parte oramai da un decennio del Sistema di istruzione nazionale. Essa punta a creare un forte legame con il territorio al fine di fornire risposte alle esigenze occupazionali di area.

 

L’offerta degli Istituti Tecnici Superiori (ITS) è rivolta a soggetti in possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado. Titoli preferenziali sono i diplomi tecnici e professionali in ambito agrario, chimico-biologico, alberghiero ma possono accedere a selezione anche neodiplomati provenienti da altri ambiti e settori dell’istruzione.

Dal 2010 è attivo a Latina l’ITS “BioCampus” che fa capo all’omonima Fondazione. Tra i soci fondatori di quest’ultima: l’IIS San Benedetto, la Provincia di Latina, la Camera di Commercio di Latina, la Confagricoltura, il Palmer, oltre ad un gruppo di aziende del territorio.

L’ITS “BioCampus” è un Istituto tecnico superiore per le Nuove tecnologie del Made in Italy che eroga un Corso per Tecnico superiore responsabile delle produzioni e delle trasformazioni agrarie, agroalimentari ed agroindustriali (5° Livello EQF), della durata di 4 semestri (1800 ore di cui 900 di stage), con le seguenti declinazioni:

“Agri-Food Manager”: il tecnico superiore è in grado di analizzare e gestire i fattori che condizionano le produzioni vegetali, ed in particolare quelle orticole e florovivaistiche, anche utilizzando metodi biologici attenti alla sostenibilità dell’ambiente. Inoltre, sviluppa capacità sul comparto dell’allevamento animale con particolare attenzione alla filiera lattiero casearia e alla filiera della trasformazioni delle carni. Acquisisce capacità organizzativa relativa alla modalità di raccolta, conservazione, trasformazione e identificazione dei prodotti, curando, altresì, gli aspetti di valorizzazione e promozione delle produzioni. Possiede spiccate conoscenze relative ai processi dal punto di vista delle tecnologie impiegate nelle fasi di produzione e trasformazione ed implementa i protocolli di certificazione delle normative cogenti e volontarie, mirando all’economicità alla standardizzazione di prodotti e processi.

“Tecnico delle Produzioni alimentari e chimiche”: è in grado di gestire gli impianti tecnologici per la trasformazione ed il confezionamento delle produzioni primarie e per la produzione di prodotti speciali (fortificati, privi di allergeni, arricchiti, etc). Organizza e sovraintende la lavorazione delle materie prime per la produzione di prodotti trasformati easy to use.

Il corso, inoltre, si propone di fornire una conoscenza approfondita delle caratteristiche chimiche dei principali costituenti degli alimenti e dei prodotti agricoli, della loro reattività e delle trasformazioni che subiscono, durante step produttivi e processi tecnologici a cui sono sottoposti

“Manager della Ristorazione”: svolge attività relative alla preparazione pasti, con competenze centrate sulla tipicità dei prodotti e del territorio. Possiede una conoscenza particolareggiata degli aspetti alimentaristici, organolettici e merceologici dei prodotti. Elabora proposte enogastronomiche attraverso metodi di cottura innovativi valorizzando la specificità della materia prima impiegata in riferimento alle richieste della committenza. E’ in grado di formulare proposte di prodotti/servizi, avendo specifiche conoscenze pratiche relative alla cucina, la pasticceria, la panificazione e l’analisi sensoriale.

Al link  http://www.fondazionebiocampus.it/bando-2017-2018/ il bando per le selezioni del nuovo corso, l’ottavo attivato finora (2018-2019), che da quest’anno è aperto anche ai diplomandi, ancora frequentanti il quinto anno di Scuola Superiore e il modulo della domanda. Tutte le informazioni che potranno rendersi necessarie, saranno reperibili, anche per i vostri responsabili dell’Orientamento in uscita, sul sito www.fondazionebiocampus.it/percorsi-bio- campus/.

 

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech